Scegli la lingua
altCari Presidenti delle Giunte regionali italiane, vi voglio raccontare un aneddoto. Tre amici si recano al bar per bere una birra. Arrivati, uno di loro resta fuori, mentre gli altri due entrano e comprano tre bottiglie di birra. Uscendo quello dei due che le portava, se ne fa cadere una che si rompe, così immediatamente alza gli occhi e dice all’amico che era rimasto fuori: <>.
Morale: prima di dire che i tagli del governo ricadranno sui cittadini, cortesemente pubblicate in maniera trasparente i vostri bilanci e per singole voci, affinché i vostri amministrati possano prendere coscienza dei c.d. flussi economici e capire quanto spendete per i vostri rimborsi, per i vostri stipendi, per quelli dei dipendenti talvolta in esubero e con mansioni inadeguate, per le consulenze spesso e volentieri inutili e costosissime, e poi, solo poi, per la formazione per l’assistenza, per la sanità e per i servizi in genere. In tal modo ciascuno di noi sarà in grado di capire quale bottiglia di birra si sia rotta!
Mi scuso con tutti Voi per l’assenza da queste pagine protrattasi da tempo, purtroppo eventi tragici hanno non poco inciso sulla mia vita e su quella della mia famiglia. A tal proposito Vi riporto un passo della lettera che Emanuele De Deo scrisse al proprio fratello ed alla propria famiglia. Ricordo a me stesso che Emanuele De Deo è stato un giovanissimo martire della rivoluzione napoletana del 1799; calabrese di origine, appena ventunenne, si era trasferito a Napoli per compiere gli studi universitari, venendo in contatto con gli intellettuali e rivoluzionari, ne abbracciò i principi; scoperto con gli altri, imprigionato dalla corona e condannato a morte. Dalle regie carceri venne a sapere dell’intercessione della propria famiglia nei confronti della corona alla quale chiedeva la grazia e così scrive una lettera semplicemente intensa, di orgoglio e sentimento, un vero manifesto di fede politica, dove chiede ai congiunti di accettare il suo destino, perché con scienza, coscienza e sentimento lo aveva condiviso con gli altri e ne andava fiero. Il personaggio e la storia, non li ho scelti a caso.
.
Affrontò la morte con onore!.

Commenti

Effettua il login per inviare commenti o risposte.
Login



Chi è online
 9 visitatori online
Chat Support
Contatore visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi55
mod_vvisit_counterIeri220
mod_vvisit_counterQuesta settimana721
mod_vvisit_counterLa scorsa settimana873
mod_vvisit_counterQuesto mese2128
mod_vvisit_counterIl mese scorso1578
mod_vvisit_counterTutti i giorni57720

: 9 visitatori online
Il tuo IP: 54.82.7.231
Oggi: 21 Nov, 2018